auhauhauhauha!

Il Morpe Bloggoso!

morpe.twatac.net

Chi cavolo Sono?

February 24th, 2006

Huu!! …voglio raccontare una mia esperienza che mi ha cambiato la concezione della realtà di questa mondo, esperienza che mise a rischio la mia pellaccia per uno stupido attegiamento ormonale da 14enne a causa di una produzione di adrenalina.

Ogni 14enne non ha ben chiaro chi è; non conosce se stesso. Quel giorno dopo quelche attimo realizzai che sapevo chi e ero: uno…

In bicicletta, con mio fratello, e un mio tuttora grande amico, a Firenze, su per il Pian dei giullari, che tuttora ridono della nostra incoscenza, imboccammo una magnifica e ripidissima discesa, priva di alcuna segnalazione stradale che facesse riferimento a quello che ci aspettava. Pedalata su pedalata, urlando il giro di basso di For Whom the Bell Tolls, la discesa svolta, e con una aghiacinate verità, essa termina a T su una strada trafficata. Ecco uno di quei casi in cui il tempo si rende elastico alla nostra percezione della realtà, come se si fermasse, lento come per una mosca. In una frazione di secondo, prende forma, nel profondo del mio Ego, un ragionamento logico in base a una fredda concezione, che nulla ha a che fare con l’istinto:

L’asfalto dissestato. Non posso fermarmi.
Dietro ci sono Massi e Rino, non posso…fermarmi!
Il tratto di strada da attraversare non è lungo.
Se sono piu veloce ho più probbabilità di sopravivere.
Devo solo attraversare l’incrocio nel minor tempo possibile.

PEDALAAAA!!!

L’attimo dopo, dall’altra parte della carregiata, mi giro per vedere gli altri, ma vedo passare un tram. “Un brivido freddo mi corse lungo la schiena”.

Essendo rimasti dietro di me, andavano più piano, e si erano fermati prima dell’incrocio! C’è mancato poco!
…alla faccia di chi crede nel destino che non si può cambiare, lascio ad altri la convinzione di doverlo subire!

Chi cavolo sono?
mi sono risposto così: se non sai chi sei, non ti resta che deciderlo. Il come è solo una formalità.

Author: morpe
Uncategorized

Comments

One Coment

RSS
  • Deimosse says on: August 10, 2007 at 9:29 am

     

    si pole essere tutto e si pole essere nulla, l’importante è sapere chi si è, sennò non serve vivere, potremmo decidere chi essere ma non si potrà mai verificare chi siamo in realtà, se non sappiamo chi siamo. E chi siamo? boh mi raccomando al signore e lo prego tutte le sere prima della minestra acida insipida e diluita che mi instiga penitenza come vuole lui, lo devo fare perchè… boh cmq qualcuno me lo ha detto che è una cosa che ti fa acquistare il paradiso a rate, quindi lo faccio perchè dio è la bontà che si sprigiona dalle piccole cose, come il papa passato in giro per il vaticano su una ferrari, adoro queste cose da umili e prego nuovamente voi che vi pieghiate al nostro santissimo e che facciate ammenda per tutti i vostri peccati già da appena nati, perchè siamo peccatori e giustamente dobbiamo soffrire dell’ira gioiosa di madre teeresa e gesù bambino incazzato di brutto per il fatto che a catechismo si portano i cellulari e dio non vuole, l’altra sera una mia amica lo ha portato e il prete in preda a ira incontrollata divina ha scopato sua madre povera vetusta e frigida, ma dio è la gioia del subire la punizione per il perdono dei peccati, ricordate che i dieci comandamenti li ha fatti contro il diavolo, quello è cattivo e ci vuole male, per cui pregate, subite, morite indegnamente perchè è bello essere colpevoli e indegni di vivere davanti a dio. ( se credete a tutto questo allora siete proprio fatti di brutto!!!!!)

Il Morpe Bloggoso!